Riassunto delle puntate precedenti

è arrivato il momento di tirare le somme.

In questo 2015 avrei potuto:

-riallacciare dei rapporti, ma non l’ho fatto;

-perdere peso e diventare una top model, ma non l’ho fatto;

-finire prima gli esami, ma non l’ho fatto;

-dire più Sì, l’ho fatto…ma con persone sbagliate;

-viaggiare di più, ma non l’ho fatto;

-dormire (di più o di meno?);

-organizzarmi in tempo per ferragosto e per capodanno;

-guardare più film in bianco e nero, quelli belli con attori fantastici e costumi magnifici;

-leggere più libri e riscrivere una nuova lista;

-avere meno pensieri riguardanti te, ma non l’ho fatto;

-prendere più sole, non necessariamente al mare;

-far capire ai parenti che il fidanzatino l’ho mangiato per davvero (buono e bono);

-partecipare a più concerti (i concerti di paese non contano?);

-avere più autostima (altra storia);

attuare tutti i miei piani di vendetta    simulare un minimo di piacimento verso chi non sopporto;

-far capire alle persone che viviamo ugualmente anche senza i loro continui aggiornamenti in status e foto sui social (…);

-farmi trovare sotto casa tua ed invitarti a ballare;

-truccarmi di più e vestirmi meglio (menomale che non becco mai in giro Enzo Miccio e Carla Gozzi);

-farmi valere un po’ di più;

-correre di meno e guardare di più il cielo con la musica nelle orecchie;

-e tante altre cose che è meglio tacere ( o le ho dimenticate?).

 

Altro

Annunci

Domande stupide

Quando sogno qualcuno, che conosco, mi chiedo sempre, una volta svegliata, se anche questo ha vissuto parte del mio sogno cioè se effettivamente ci siamo incontrati “alle porte del sogno”, come  scriveva nella sua bellissima canzone il chansonnier Francesco Bianconi per Irene Grandi
. . .
resto a pensarci per tutta la giornata senza trovare una risposta, purtroppo. Deprimendomi ancora di più.
Gioco di masochismo puro io mio, lo so, sia ad occhi aperti che ad occhi chiusi.
Secondo me la persona che sogniamo non vive lo stesso nostro sogno ma lo sente, mi spiego…si sente adosso una sensazione particolare che lo muove per tutta la giornata; solo noi che sogniamo attivamente la percezione è reale, nella sua fantasmagoria; mentre per “chi è sognato” rimane un qualcosa di nebuloso.
Credo di dovermi fermare, questa notte potrebbe venirmi a tirare i piedi Freud o qualche altro psicanalista.
Di una cosa sono sicura, questo mio vaneggiare non ci sarebbe se ci fossi tu con me.

image

Buonanotte.
Erre.
®

Favola della buonanotte “Kafka e la bambina”

Grunhut BambolaUn anno prima della sua morte, Franz Kafka visse un’esperienza insolita. Passeggiando per il parco Steglitz a Berlino incontrò una bambina che piangeva sconsolata: aveva perduto la sua bambola. Kafka si offrì di aiutarla a cercarla e le diede appuntamento per il giorno seguente nello stesso posto.
Incapace di trovare la bambola scrisse una lettera – da parte della bambola – e la portò con sé quando si rincontrarono. “Per favore non piangere, sono partita in viaggio per vedere il mondo, ti riscriverò raccontandoti le mie avventure.. ”, così cominciava la lettera. Quando lui e la bambina si incontrarono egli le lesse questa lettera attentamente descrittiva di avventure immaginarie della bambola amata. La bimba ne fu consolata e quando i loro incontri arrivarono alla fine Kafka le regalò una bambola. Ella ovviamente era diversa dalla bambola originale, in un biglietto accluso spiegò: ” I miei viaggi mi hanno cambiata”.
Molti anni più avanti la ragazza cresciuta trovò un biglietto nascosto dentro la sua bambola ricevuta in dono. Riassumendolo diceva:” ogni cosa che ami è molto probabile che la perderai, però alla fine l’amore muterà in una forma diversa.“

[fonte non trovata]

Buonanotte

Erre

Il plenilunio vince sulla nebbia

Se guardate fuori dalla vostra finestra c’è una “meravigliosa la luna tra le nuvole”, come Francesco Renga cantava qualche anno fa. Questo è un plenilunio particolare: la cosa curiosa è la concomitanza con la notte di Natale. Non capitava da 38 anni. La prossima volta sarà nel 2034.

 

luuna(Immagine presa dal sito della NASA)

 

Quindi se siete ancora svegli, affacciatevi fuori e dedicate il vostro pensiero alla prima persona che vi viene in mente.

Buonanotte.

Erre.

 

Immagine